Rimedi per controllare l’ansia

Come controllare l’ansia velocemente

Superare l’ansia è qualcosa che non può essere imparata dalla mattina alla sera, ciò che dobbiamo essere in grado di imparare sono le tecniche di come controllare l’ansia rapidamente.
Il disturbo d’ansia è un problema che colpisce milioni di persone e limita la nostra qualità della vita. I sintomi associati con questo disturbo possono diventare veramente invalidanti. In questa situazione è normale che la persona cerca qualsiasi tipo di tecnica che possa fornire sollievo.
Comprendere come si cura l’ansia è un processo che richiede tempo ed è necessario qualche trattamento adatto che possa risolverla.
Per il momento, siamo in grado di provare queste strategie.

Controllare l’ansia.
Coloro che vivono sotto il disturbo d’ansia sono consapevoli di quanto sia incredibilmente difficile vivere con questo disturbo e con i suoi sintomi.
La prima cosa da capire è che questa malattia è incurabile e, di conseguenza, non dobbiamo rassegnarci a convivere con essa per sempre.

1. Controllo della respirazione.
Quando l’ansia colpisce, inconsciamente, si smette di respirare nel modo giusto e questo provoca ancora più ansia.
Respiriamo fin da piccoli, ma la maggior parte di noi respirano bene solo durante l’infanzia. La respirazione dei neonati viene chiamata “diaframmatica” perché i piccoli respirano con il diaframma e non i polmoni. Con l’età si dimentica questo modo di respirare e si passa alla respirazione “polmonare”, molto meno efficiente di quella neonatale.
Quando si verifica una crisi di ansia, si tende all’iperventilazione o, al contrario, si dimentica di respirare.
Per risolve la crisi di ansia bisogna concentrarsi sulla respirazione,in particolare sul respiro lento, profondo e controllato. Usiamo la seguente tecnica:
• ispiriamo attraverso il naso con il conteggio: 1001, 1002, 1003 e 1004
• tratteniamo l’aria come se dovessimo parlare: 1001, 1002, 1003 e 1004
• mettiamo fuori l’aria lentamente attraverso la bocca con il conteggio: 1001, 1002, 1003, 1004, 1005 e 1006.
Ogni persona ha la propria resistenza polmonare, quindi ognuno può sapere quanto tempo possiamo spendere per la respirazione in ogni singolo passaggio precedente.

2. Eseguire attività aerobiche.
Quando si presenta una crisi di ansia, di solito è accompagna da un sentimento di impotenza e di debolezza con cui è difficile svolgere qualsiasi attività. Ed è proprio questa passività che più ci fa stare male a non riusciamo a controllare l’ansia.
Per controllarla dobbiamo trarre forza dalla debolezza e intraprendere un’attività aerobica. Non stiamo parlando di passare dall’apatia totale al partecipare ad una maratona, ma iniziare a muovere il corpo, come camminare a passo veloce o una corsa leggera possono essere delle soluzioni molto buone in quanto:
-aiutiamo il corpo a sbarazzarsi di adrenalina accumulata;
-rilassiamo i muscoli e la mente;
-migliora il flusso del sangue;
-rilasciamo le endorfine, che rappresentano il nostro farmaco naturale per la felicità.

3. Rafforzare ciò che può farci rilassare.
Non tutti hanno la stessa capacità di rilassarsi nello stesso ambiente, nello stesso momento o nelle stesse cose.
E’ importante imparare a controllare l’ansia e guardare dentro noi stessi per capire che cosa è che ci può rilassare.
La vita moderna ci costringe a vivere in fretta e di godere di ciò che realmente ci soddisfa. In una situazione di crisi di ansia dobbiamo imparare a stare attenti e di trovare il modo migliore per controllarla, come, per esempio, dedicare del tempo a ciò che possa rilassarci.
Alcune persone trovano molto rilassante fare il bagno. Infatti, quando si sta cercando di controllare l’ansia e, sapendo che da questa attività potremmo sentirci rilassati, è opportuno trovare del tempo per permetterci un bagno rilassante.
Quando ci troviamo in una situazione in cui abbiamo bisogno di controllare l’ansia, bisognerebbe rifugiarsi nella sensazione che ci rilassa.

4. Fare amicizia.
Se abbiamo avuto attacchi di ansia, è necessario sapere che la nostra mente ha un ruolo molto importante, in quanto è contro di noi, con i pensieri incontrollati e distruttivi.
Una tecnica che possiamo trovare molto utile, in queste circostanze, è il ricorso alla conversazione con una persona di fiducia. Parlando con qualcuno che conosciamo, e sappiamo che la sua voce ci rassicura, e che è una persona che ci ascolta, potrà esserci molto d’aiuto.
La situazione attuale e la disponibilità dei cellulari rende questa risorsa molto utili, in quanto può essere usata ovunque e in qualsiasi momento.

5. Medicina Naturale.
Non siamo a favore del ricorrere ai farmaci, nemmeno ai prodotti cosiddetti naturali, come la valeriana o la passiflora, ma non possiamo negare il loro effetto calmante.
Questi prodotti naturali non generano dipendenza e generalmente ben tollerati.
Se ci si sente più tranquilli nel fare un viaggio, questo sarebbe il momento giusto per farlo. Alcune persone trovano altrettanto efficace lo shopping in supermercati e ipermercati.

6. Controllare l’ansia in modo “stupido”.
Una delle cose che caratterizza l’ansia è il tentativo di controllarla. E ‘un dato di fatto e non è ancora molto chiaro il motivo per cui si verifica; alcune teorie suggeriscono che il tentativo di controllare lo stress dell’ansia che generiamo è la forza trainante di questa maggiore ansia.
Quando siamo nel pieno di una crisi di ansia, una delle cose che possiamo fare per controllare l’ansia è cercare di non combatterla. Per questo motivo l’azione per controllare l’ansia viene nominata “stupida “.
A questo proposito è opportuno tornare a giocare come i bambini: correre per la casa, saltare sul letto, avere, quindi, un momento di libertà e di ricongiungimento con l’infanzia, per permetterci di allentare la tensione.

7. Ascoltare musica.
E ‘scientificamente provato che la musica ci influenza. Come gli animali, non siamo estranei alla vibrazione armoniosa della musica, ricordiamo il detto :”La musica lenisce la bestia selvaggia”.
Consapevole di questo potere, possiamo usarla per controllare l’ansia. E’ consigliabile ascoltare musica classica e, se non ci piace, non quella metallica che non è affatto rassicurante, anzi l’effetto sarebbe controproducente.
Noi cercheremo di prendere dalla musica ciò che ci piace, ciò che ci provoca un maggiore senso di rilassamento.
8. Imparare a influenzare i pensieri.
Come già accennato, una delle funzioni più preoccupanti è quando i nostri pensieri hanno un impeto di ansia. La mente è come se fosse fuori controllo e ciò comporta pensieri e idee che contribuiscono all’aumento dell’ansia.
E’ utile controllare l’ansia in quel momento perché possiamo reindirizzare il nostro pensiero, anche se è qualcosa di molto più facile a dirsi che a farsi.
Possiamo utilizzare una delle due tecniche:
a.Preparare una lista di domande.
Lo scopo di questo elenco di domande è quello di focalizzare il pensiero sulla realtà, cercando di limitare l’influenza di ciò ci che sta accadendo. Sarebbero delle domande come:
-Ho una motivo valido nel pensare che qualcosa non va?
-Se ho un dolore fisico, è solo un sintomo di ansia?
-Può essere ancora l’ansia?
-Quello che abbiamo imparato dall’ultima esperienza lo possiamo usare?
E’ importante che la lista di domande sia più completa e specifica possibile; l’obiettivo è quello di smettere di pensare a quello che sta succedendo, concentrando la nostra mente nel cercare di imparare da essa.
b.Auto-motivazione.
Alcune persone trovano che parole o frasi siano motivanti in momenti di debolezza. Se questo è il nostro caso, dobbiamo riconoscere che cosa queste espressioni significhino per noi e, al momento giusto, usarle per controllare l’ansia.

9. vivere il presente.
Vivere con l’ansia è davvero difficile. E, date queste difficoltà, sono poche le persone che si contrano sull’ansia, perché non è facile pensare ad un futuro accompagnato dall’ansia.
In questo processo stiamo dimenticando qualcosa di molto importante ed è semplicemente quella che siamo vivi, che abbiamo una vita e siamo in grado di viverla.
Per controllare l’ansia è importante vivere la nostra vita al massimo, approfittando di ogni momento che possiamo, senza preoccuparci di avere o non avere l’ansia, semplicemente godersi tutto quello che è possibile nel migliore dei modi.

10. Fare l’amore.
Quando si hanno rapporti sessuali, si rilasciano endorfine, che rappresentano il farmaco che al nostro corpo può dare felicità.
Avere una persona al nostro fianco per condividere il sentimento dell’amore, e di essere amati, è una delle cose che ci possono dare tranquillità. Attività condivise, progetti insieme, segreti proibiti sono una fonte di felicità che non dovremmo farne a meno.
A questo punto è importante sapere che siamo in grado di controllare l’ansia, di ottenere il relax con una persona che ci comprenda, che sia affettuosa e carezzevole.
Nota: Non possiamo lasciare che l’ansia ci impedisca di godere della realtà con il nostro compagno/a.
Queste tecniche dovrebbero essere integrate nel vostro giorno per avere l’effetto che vogliamo. Con l’uso di queste tecniche possiamo controllare l’ansia ottenendo, in modo rapido, sollievo.

Condividi questo articolo con chi vuoi bene
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2017 Frontier Theme