Consigli per controllare l’ansia

CONSIGLI PER COMBATTERE E CONTROLLARE L’ANSIA

Controllare l’ansia più rapidamente

Sovrastare l’ansia è qualcosa che non può si impara dalla mattina alla sera, ma possiamo imparare le tecniche per controllarla rapidamente.
Il disturbo d’ansia è un problema che colpisce milioni di persone, limitando fortemente la qualità della vita.
I sintomi associati possono diventare realmente invalidanti, addirittura si potrebbe arrivare al punto di non riuscire più a vivere liberamente la propria vita a causa di questi sintomi.
In una tale situazione è ragionevole cercare qualsiasi tecnica adatta a dare una qualche forma di sollievo.
Per curare l’ansia si ha bisogno di un programma efficace ma, per il momento, possiamo provare alcune strategie.

Come controllare l’ansia

I soggetti che soffrono del disturbo d’ansia, sono coscienti di quanto sia straordinariamente difficile vivere in questa condizione e con i suoi sintomi.
Come abbiamo già detto, il soggetto con disturbo d’ansia dovrebbe capire che questa non è una malattia incurabile e, di conseguenza, non deve rassegnarsi a conviverci per sempre.
Per riuscire a trovare sollievo immediato durante un attacco d’ansia, possiamo imparare a mettere in pratica le seguenti strategie.

1. Monitorare la respirazione.
Quando l’ansia appare inconsciamente, interrompiamo il respiro normale e questo provoca ancora più ansia.
Può sembrare una contraddizione perché noi sappiamo respirare; se guardiamo i bambini e il loro modo di respirare, notiamo che compiono la respirazione diaframmatici, cioè per respirare usano il diaframma e non usano i polmoni. Con l’età la respirazione diaframmatici viene dimenticata e cominciamo a respirare con i polmoni, che però sono molto meno efficienti.
Nel caso specifico dell’ansia, il problema è che quando si ha una crisi, si tende a respirare velocemente (iperventilazione) o, al contrario, ci si dimentica proprio di respirare.
Per risolvere il problema, dobbiamo concentrarci sul respiro, soprattutto sulla creazione di un respiro lento, profondo e controllato; possiamo usare la seguente tecnica:

• inspiriamo attraverso il naso mentre contiamo: 1, 2, 3 e 4;
• tratteniamo l’aria e contiamo: 1, 2, 3 e 4;
• rilasciamo l’aria lentamente attraverso la bocca contando: 1, 2, 3, 4, 5 e 6.

Ogni soggetto ha una sua resistenza polmonare che consiste nel tempo che possiamo spendere per ciascuno di questi punti; respirando bene, l’ansia rapidamente scompare.

2. Eseguire attività aerobiche.

Solitamente l’ansia è accompagnata da sentimenti di impotenza e debolezza che impediscono di svolgere qualsiasi attività; proprio questa passività non ci permette di controllare l’ansia.
Per controllare l’ansia bisogna trarre forza dalla debolezza e intraprendere l’attività aerobica; ciò non vuol dire che bisogna passare dall’apatia totale ad una maratona, è necessario cominciare a smuovere il corpo. Camminare a passo veloce o fare una corsetta leggera sono una buona soluzione perché:

• aiutiamo il corpo a sbarazzarsi dell’adrenalina accumulata;
• l’esercizio rilascia la tensione muscolare;
• l’esercizio rilassa la mente, la distrae;
• la respirazione adeguata si potenzia, il flusso di sangue migliora;
• l’esercizio rilascia endorfine, che sono la nostra droga naturale per la felicità.

3. Rafforzare quello che ti rilassa.

Non tutti hanno la stessa capacità di rilassarsi nello stesso ambiente, in corrispondenza delle stesse cose.
E ‘importante imparare a controllare l’ansia guardando dentro noi stessi, cosa che ci rilassa personalmente.
La vita corrente ci costringe a vivere in fretta, e di essere appena in grado di godere di ciò che realmente ci fa felici; tuttavia dobbiamo imparare a stare attenti, e ricordare che quando ci troviamo in uno stato d’ansia, il modo migliore per controllarla è quello di dedicare tempo a ciò che realmente ci rilassa.
Ad esempio, alcuni soggetti trovano molto rilassante fare il bagno; queste stesse persone, sono di corsa tutto il giorno, una doccia veloce e continuano la lotta. Quando cerchiamo di controllare l’ansia, sapendo che questa attività è piacevole e rilassante, dobbiamo anche trovare la parte del giorno giusta in cui possiamo fare quel bagno rilassante, aggiungendo anche degli oli profumati o delle candele. Potrebbe essere una buona idea pensare che questo è il nostro premio a conclusione della giornata.

4. Fare amicizia.

Se soffriamo di attacchi d’ansia dobbiamo sapere che la mente svolge un ruolo molto importante; oltre al disagio fisico, la nostra mente si allea contro di noi con pensieri incontrollabili e distruttivi.
Una tecnica molto utile in queste circostanze è il ricorso alla conversazione con una persona di nostra fiducia; parlare con qualcuno che conosciamo è rassicurante, se è una persona disposta ad ascoltarci ci aiuterà.
La disponibilità dei telefoni rende questa risorsa semplice e possibile da usare quasi ovunque e sempre.

5. Medicina Naturale.

Alcuni soggetti si sentono più sicuri se utilizzano la valeriana e la passiflora per i loro effetti calmanti; questi prodotti naturali non causano alcun tipo di dipendenza e sono generalmente ben tollerati.

6. Il “controllo” è inutile.

Una delle cose che contraddistingue l’ansia è il fatto che quando si cerca di controllarla, aumenta.
Questo è un dato di fatto e non è ancora molto chiaro il motivo per cui si verifica; alcune teorie suggeriscono che più cerchiamo di controllare l’ansia più questo genera una tensione che è ciò che motiva questo aumento d’ansia stesso.
Quando siamo nel bel mezzo di una crisi, una delle cose che possiamo fare per controllare l’ansia è cercare di non combatterla, dobbiamo cioè diventare un po “sciocchi”.
E’ opportuno tornare a giocare come i bambini: correre per la casa, saltare sul letto, ecc un momento di libertà e il ritorno passeggero all’infanzia, può permetterci di allentare la tensione.

7. Ascoltare musica.

E ‘scientificamente provato che la musica lenisce la bestia selvaggia.
Consapevoli di questo potere, per controllare l’ansia si può ricorrere ad essa; è conveniente ascoltare musica classica e se non ci piace, perché magari l’effetto sarebbe controproducente, possiamo optare per la metallica. La musica che amiamo, sarà quella in grado di darci un maggior senso di rilassamento e liberazione.

8. Imparare a influenzare i pensieri.

Come già accennato, quando abbiamo un attacco d’ansia, la mente è come se fosse fuori controllo e cominciano ad avere pensieri e idee che contribuiscono all’aumento dell’ansia.
In quel momento dobbiamo avere delle tecniche che ci permettono di raddrizzare il nostro pensiero, qualcosa più facile a dirsi che a farsi, ma per aiutarci si possono utilizzare una di queste due tecniche:

Prepara una lista di domande.

Lo scopo di questa lista di domande è quello di focalizzare il pensiero sulla realtà, cercando di limitare l’influenza di ciò che ci sta accadendo; potrebbero essere domande come:

• C’è una ragione obiettiva per pensare che qualcosa non va?
• Se ho un dolore fisico, è sintomo di una malattia e non il risultato dell’ansia?
• Non è la prima volta che mi succede, è pensabile che ancora una volta sia l’ansia?
• Abbiamo imparato qualcosa dall’ultima esperienza che può esserci utile?

E ‘importante che la lista sia completa e specifica, l’obiettivo è quello di smettere di pensare a ciò che ci sta accadendo e concentrarci su di esso.

Auto-motivazione.

Alcuni soggetti ritengono che alcune parole o frasi possono essere motivanti nei momenti di debolezza. Se questo è il nostro caso, dobbiamo conoscere queste espressioni che possono essere usate al momento giusto, per controllare l’ansia.

9. vivere il presente.

Vivere con l’ansia è davvero difficile; l’ansia ci costringe costantemente a pensare e ad immaginare un futuro difficile.
Per controllare l’ansia è molto importante cercare di vivere la nostra vita al massimo, ogni attimo, senza preoccuparci dell’ansia, semplicemente godersi tutto quello che si può.

10. Fare l’amore.

Quando si ha un rapporto sessuale, si rilasciano endorfine, l’ormone in grado di darci la felicità.
Avere una persona accanto a noi che condivide questo sentimento d’amore ed essere amato è una delle cose più belle che ci può dare la pace. Toccarsi, baciarsi, avere segreti proibiti, ecc, sono una fonte di felicità di cui non dovremmo fare a meno.
A questo punto è importante capire che siamo in grado di gestire l’ansia, di rilassarci con una persona che vuole la nostra comprensione, le nostre cure, le nostre coccole e fare sesso.

Nota: Non possiamo lasciare che l’ansia ci impedisca di godere della presenza di una persona accanto a noi; possiamo trarre vantaggio da qualsiasi cosa ma ci dobbiamo mettere tutto il nostro interesse e sfruttare al massimo qualunque situazione.

Queste tecniche dovrebbero essere integrati all’interno della vita quotidiana per avere l’effetto che desideriamo; con l’uso di queste tecniche si può ottenere il controllo dell’ansia e ottenere sollievo in modo rapido.

Condividi questo articolo con chi vuoi bene
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2017 Frontier Theme