Attacco di panico durante la notte o durante il sonno: cos’è, come si presenta e quali sono le cause

Attacco di panico notturno o durante il sonno: cos’è, come si presenta e quali sono le cause

Gli attacchi di panico notturni durano di solito tra i 10 e i 20 minuti. Si verificano spesso quando gli episodi ansiosi si verificano anche di giorno. Il giorno successivo si può non ricordare o si può non averne conoscenza. Tachicardia, sudorazione, mancanza di respiro, irrequietezza e poi un risveglio brusco e spaventato sono tutti sintomi di ciò che è noto come attacco di panico notturno. Essi non differiscono da attacchi di ansia diurne, eccetto che non è possibile prevederli, come in alcuni casi quelli diurni.
Generalmente gli attacchi di ansia durante le ore diurne, si verificano spesso quando la persona non ha un rilassamento per cessare l’attivazione dello stress associato nell’eseguire un compito. Nelle cause di attacchi di panico, sia di giorno sia di notte, intervengono tre fattori: fattori ambientali, disturbi biologici come l’ipertiroidismo o ipotiroidismo, e le situazioni di difficoltà emotive nella gestione.
Tra i pazienti che soffrono di ansia durante le ore diurne solo il 10% hanno episodi notturni di attacchi di panico. Essi si verificano perché c’è uno stato di ansia che colpisce tutti i settori della persona.
La paura al pensiero di andare a dormire fa aumentare l’ansia. C’è una tendenza ad un eccesso di farmaci con tranquillanti e antidepressivi, anche se i sintomi possono essere solo alleviati e non andrà a risolvere il problema.
Per superare gli attacchi di panico bisognerebbe sviluppare competenze emotive, esplorare le cause di ansia e curare i bisogni della persona. Sempre più spesso sono i disturbi fisici ad essere associati ai disturbi emotivi.

Condividi questo articolo con chi vuoi bene
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2017 Frontier Theme